Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Mercoledì 21 febbraio 2024    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - SocietàStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

19 Maggio 2023
Premio Internazionale Donne D'Amore. In Campidoglio il riconoscimento all'universo femminile
di Stefania Castella



Premio Internazionale Donne D'Amore. In Campidoglio il riconoscimento all'universo femminile
Premio Donne D'Amore

 

Premio Internazionale Donne D’Amore

Riconoscimenti a  Milena Miconi ed Elena Ballerini, presenti numerose istituzioni 

Lunedì, 22 maggio 2023, dalle ore 17,00 (ingresso pubblico ore 16,30) in Campidoglio (Sala della Protomoteca) a Roma, si svolgerà l’Evento “Donne D’Amore” promosso dall’On. Davide Bordoni, Consigliere Capitolino, e organizzato dall'Associazione Naschira (partner di Barrett International Group di Virginia Barrett, operante da tempo sul territorio Nazionale ed Internazionale in ambito sociale e culturale), in collaborazione con la Casa Editrice “Herald Editore” di Roma e con il Patrocinio gratuito della Presidenza dell’Assemblea Capitolina e della Regione Lazio.

L’evento avrà inizio con “100donnevestitedirosso” di Alessia Cotta Ramusino, Ambasciatrice UNICEF e Cantautrice, e vedrà il coinvolgimento di donne di fasce di età diverse: bambine e teen agers dell’Agenzia Casting Bambini e Ragazzi di Francesca Rotundi, giovani indossatrici della Scuola di Portamento “Gloria Salipante” di Civitavecchia, avvocatesse, atlete, donne dello spettacolo, giornaliste ed esponenti di note Associazioni Romane e Nazionali.

Unico comun denominatore: il colore rosso.

La Award Ceremony del Premio Internazionale “Donne d’Amore” Edizione 2023 sarà aperta dai saluti Istituzionali dell’On. Davide Bordoni e dell’On. Simona Renata Baldassarre (Assessore alla Cultura, Pari Opportunità, Politiche Giovanili e della Famiglia della Regione Lazio).

Interverranno l’On. Simonetta Matone (Parlamentare della Repubblica), Don Gnana Prakash Marlapati (Vice Parroco della Parrocchia di San Giustino Martire in Roma) il Dott. Roberto Boiardi (Direttore Herald Editore), Vilma Giombini (vedova del Fotografo Luigi Giordani al quale è dedicato il Premio della Sezione Fotografia).

I vincitori del Premio Internazionale “Donne d’Amore” 2023 sono stati scelti, tramite selezione online da una Giuria d’eccezione così composta: Vince Tempera (Videoclip); Gianfranco Bartalotta (Teatro); Marco Pozzi (Cinema); Enrico Bernard (Poesia e Testi di Canzoni); Francesco Comunale (Musica e Canto); Roberto Boiardi (Letteratura e Racconto breve); Pietra Barrasso (Arte); Daniela Mariotti (Make up & Hairstyling); Lucia Fiore (Danza); Patty Farinelli (Moda); Maurizio Romani e Fabrizio Pavia (Fotografia Premio “Luigi Giordani”) .

Saranno, inoltre, assegnati riconoscimenti speciali a donne che hanno trovato il coraggio di raccontare le proprie esperienze di vita e a quanti portano il proprio contributo alla conoscenza e valorizzazione dell’universo femminile in vari settori (Aziende, Spettacolo, Sport, Medicina, Giornalismo, Politica, Enti Pubblici e Privati).

Per la Sezione Spettacolo: Milena Miconi, Elena Ballerini, Janet De Nardis e Samanta Casella “Per l’impegno profuso in campagne di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne; per la Sezione Medicina: Dott.ssa Nunzia D’Apuzzo (Ginecologa - NA) “Per l’impegno profuso negli anni a favore delle donne e per la professionalità e sensibilità nell’approccio con le pazienti”; per la Sezione Politica: Dott.ssa Anna Maria Grasso (già Consigliere e Assessore alle Attività Sociali – CT), “Per l’impegno profuso in politica e nel sociale a sostegno di soggetti fragili; per la Sezione Giornalismo: Dott.ssa Carmen Di Stasio (Giornalista RAI - RM ) “Per l’impegno profuso nell’eccellente coordinamento dei/delle Reporter di guerra per la Rete Televisiva Nazionale e per la professionale attenzione nei confronti di donne vittime di violenze e soprusi”; Dott.ssa Parisa Pasandehpoor (Giornalista Internazionale - GE) “Per la professionale attenzione profusa nei confronti di donne vittime di violenze e soprusi in Iran”; per la Sezione Comunicazione: Cinzia Leone, già Senatrice della Repubblica e Vicepresidente della Commissione Parlamentare di inchiesta sul femminicidio e su ogni forma di violenza di genere “Per l’impegno profuso nella lotta contro la violenza sulle donne e le discriminazioni di genere attraverso il programma “Nemmeno con un clic”, diffuso sui canali social”; Radio Immaginaria (Network per adolescenti - BO) “Per l’attenzione dedicata al tema della violenza sulle donne, affrontato dai giovani speaker della Radio con grande professionalità e sensibilità nel Podcast “L’Arco di Chiara” e nel Videoclip Musicale “A Sad Story”; Dott.ssa Maria Luana Tonti, Direttrice Editoriale Telefoggia (Emittente televisiva - FG) “Per l’impegno costante nella denuncia contro la violenza sulle donne e le discriminazioni di genere”; Jessica Bruno (Influencer - RM) “Per l'impegno profuso nel diffondere messaggi professionali digitali a donne e a teen agers, attraverso la sua attività di Influencer"; per la Sezione Manager: Dott.ssa Kanthie De Silva, Presidente SLIBC (Sri Lanka Italy Business Council ) e Console Onorario dello Sri Lanka  in Italia “Per l’impegno profuso nella diffusione della cultura Srilankese in Italia e nella cura dei rapporti commerciali ed istituzionali tra l’Italia e lo Sri Lanka”; Avv.ssa Luana Campa, Avvocato Penalista e Criminologa, Presidente Onorario del Movimento per la Vita CS e Direttore Scientifico dell’Associazione La Giusta Difesa “Per l’impegno profuso nella lotta contro ogni forma di violenza e di discriminazione e nella promozione della cultura del rispetto”;  per la Sezione Sport: Associazione “ChangeTheGame” (Associazione Sportiva – MI) “Per l’impegno profuso nella tutela ed assistenza  di atlete e atleti, vittime di abusi e violenze di ogni genere in ambito sportivo”;  per la Sezione Enti Pubblici: Istituto Comprensivo di Fagagna (UD)  “Per l’impegno profuso nell’accompagnare gli allievi della Scuola Secondaria di I Grado “Divisione Julia” nella realizzazione dei Progetti: “Ora Basta” (Short Film di animazione - Classe 3D) contro la violenza sulle donne, e “Niente Di Diverso” (Brano corale  - Classi 2E/1E) contro ogni forma di discriminazione di genere"; per la Sezione Enti Privati:  Dott.ssa Debora Diodati, Consigliere Nazionale CRI (Croce Rossa Italiana) e già Presidente del Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale “Per l’impegno quotidiano nei confronti delle donne più fragili, come quelle che hanno vissuto ogni genere di violenza, donne in difficoltà economica, donne migranti, donne che vivono forme di estrema marginalità”; Associazione LILT ( Lega Italiana  per la Lotta contro i Tumori) Sezione di Roma nella figura della  Presidente Dott.ssa Marcella Ribuffo “Per l’impegno profuso in campagne di sensibilizzazione per la diagnosi precoce dei tumori al seno e nel sostegno di donne vittime di violenza”; Associazione Karol Wojtyla nella figura del Segretario Generale Dott.ssa Rosanna Cerbo, Neurologa e Psichiatra, già Docente presso la Facoltà di Medicina dell’Università “La Sapienza” di Roma “Policlinico Umberto I”, “Per l’impegno profuso contro la violenza di genere, l’infanticidio e la depressione post partum”; Associazione Edela nella figura della Presidente Roberta Beolchi “Per l’impegno profuso nella tutela e sostegno degli orfani di femminicidio e delle famiglie affidatarie”;  Scuola di Portamento Gloria Salipante "Per l'impegno profuso a livello locale e nazionale nella guida di giovani aspiranti modelle/modelli e nella promozione di Eventi dedicati alle Donne"; per la  Sezione Aziende: Hairstylist Rosy Letizia, socia e coordinatrice del polo del Lazio del gruppo Wella Art Hair Studios e titolare insieme a Domenico Letizia del Salone "Letizia Parrucchieri” di Roma “Per l’impegno trentennale profuso in campo professionale e sociale”; Claudio Sarra, Direttore del Museo della Vespa e dell’Azienda “Bici & Baci” "Per l'impegno profuso nella promozione di uno dei mezzi di trasporto preferiti dalle donne fin dagli anni '50, come simbolo di libertà ed autonomia: la vespa".

 

 

Ad intervallare le premiazioni ci saranno Quadri Moda, curati dalla Regista di Sfilate Gloria Salipante e realizzati con le creazioni di: Shaila Sabatini Designer (Collezioni: Mitologica ispirata alla Mitologia Greca – I 4 Elementi: Aria, Terra, Acqua, Fuoco -  Luna e Stelle, ispirata al Firmamento – La Signora in Giallo, dedicata ad Angela Lansbury, nota attrice britannica scomparsa di recente – Stop Violence, contro ogni forma di violenza – Princess e Sposa a rappresentare sogno, dolcezza, femminilità e romanticismo); Simona Span (Collezione Princess for teen agers); Patty Farinelli Houte Couture (Evolution Collection dedicata alla Donna del Futuro); Vanilla by Bruna Fortuna Gentilini ( Collezione Libera di volare)

 

 

Le Stiliste vincitrici della Sezione Moda del Premio: Monica Cosimi (RM), Serena Buconi (TR), Maria Chiara Metta (FG) e la giovanissima Grazianna Cusenza (San Giovanni Rotondo), presenteranno gli abiti scelti dalla giuria.

Durante la manifestazione verrà presentato il progetto editoriale “Donne D’Amore – Racconti e non solo” che sarà pubblicato dalla Herald Editore  (facente parte della Cooperativa Sociale Infocarcere), giunto alla seconda edizione.

Il libro nasce con l’intento di raccogliere gli interventi e le testimonianze dei Relatori e dei Testimonial presenti al Convegno “Impegno e testimonianze: storie di donne e di violenza” tenutosi il 22 Novembre 2022 presso l’Aula Avvocati della Suprema Corte di Cassazione in Roma, le opere dei Finalisti e dei Vincitori dell’Edizione 2023 del Premio Internazionale “Donne D’Amore”, le riflessioni e i pensieri sulla Donna dei Partner e degli Ospiti presenti in Campidoglio il 22 Maggio 2023.

Alcune delle donne partecipanti all’apertura dell’Evento arriveranno in Campidoglio a bordo di una Vespa e una Fiat 500 messe a disposizione da Bici & Baci di Claudio Sarra, a rappresentare i mezzi di trasporto preferiti dalle donne negli anni ‘50/’60/’70, simbolo di libertà e di autonomia.

 

 

L’obiettivo della manifestazione, che ogni anno raccoglie notevoli consensi, è di suggerire una riflessione su ciò che accade intorno a noi, ma soprattutto di cercare soluzioni attraverso il confronto fra Istituzioni pubbliche ed Enti privati per divenire veicolo di crescita e cambiamenti.

 

 

Presentano Virginia Barrett e Federica D’Ambrosio.








  Altre in "Società"