Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Giovedì 24 giugno 2021    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - LibriStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

03 Marzo 2021
Extra Utero. Appunti di una donna che corre, il nuovo romanzo di Rosa Gargiulo
di Stefania Castella



Extra Utero. Appunti di una donna che corre, il nuovo romanzo di Rosa Gargiulo
Rosa Gargiulo

 È nato “Extra Utero – appunti di una donna che corre” (PersoneDiParola), il nuovo libro della scrittrice campana Rosa Gargiulo. Nato è il verbo giusto per questo lavoro con cui la Gargiulo torna alla formula narrativa degli esordi: il diario.

 

“Credo che ognuno di noi abbia qualcosa di speciale da dire, sulla propria vita e sulle esperienze che matura durante il cammino”, spiega la scrittrice e agente letteraria. “Quando ho scritto il primo libro, un diario epistolare, avevo l’esigenza di comunicare e condividere determinati sentimenti e lasciare una traccia di esperienze che mi avevano forgiata. Oggi sento di dover fare lo stesso per non lasciar passare la vita come una semplice somma di giorni. Questo nuovo libro è un atto dovuto a mia madre, alla sua e alla nostra storia. Un atto dovuto a me e a tutte le persone che ho incontrato, alle cose che ho fatto, alle scelte e alle emozioni che ogni giorno sono il mio lievito.”

Il titolo è particolare: perché extra utero?

“Sono nata in seguito a una gravidanza extrauterina, evento straordinario e che difficilmente raggiunge il traguardo. Io invece sono nata contro ogni probabilità. Sono partita da questo per cercare di motivare la fretta che ho di vivere, come se non ci fosse mai tempo e, soprattutto, per trovare le radici del mio percorso che è sempre in controtendenza rispetto alla massa. L’omologazione non mi è mai appartenuta. A partire dalla vita prenatale: invece che nell’utero, ho preferito crescere tra intestino e fegato di mia madre”

 

Perché le persone dovrebbero leggere questo libro?

 “Perché è scritto in modo autentico, spontaneo e senza fronzoli. Non scrivo per assecondare le tendenze, ma per condividere storie, pensieri, emozioni. I miei lettori riconoscono la genuinità della scrittura e ci si ritrovano”.

 

Rosa Gargiulo non è solo una scrittrice, ma anche un’agente letteraria. Cosa dice agli autori con cui lavora?

“Li seguo con affetto, oltre che con professionalità, perché non si deve mai dimenticare che tra le righe, nelle pagine, ci sono prima di tutto persone. È il rispetto per loro, prima ancora che le storie che scrivono, che muove ogni mia azione. Cerco di dare loro consigli sulla scrittura, allo stile, per rendere unici e riconoscibili i loro percorsi. Abbiamo bisogno più che mai di buona scrittura, oltre che di belle storie.”

 

È difficile portare alla ribalta del mercato editoriale italiano autori sconosciuti?

“Nel nostro paese, la vita degli autori esordienti è molto difficile: non soltanto gli editori, ma anche molti agenti letterari e uffici stampa non vogliono occuparsi di loro. Io ritengo che sia un diritto, invece, poter contare su uno staff di professionisti che valorizzi la tua firma, i libri che scrivi, avviandoti a un percorso professionale di scrittura e di promozione. È anche così che un autore cresce e diventa credibile. Questo però non vuole dire che bisogna dire di sì a tutti: non bisogna mai speculare sui sogni altrui. Creare false illusioni non è corretto”.

 

 

Rosa Gargiulo, “Extra utero – appunti di una donna che corre” (PersoneDiParola - Isola Editrice)

127 pagine – euro 10,00

http://www.rosagargiulo.com/i-miei-libri/

 








  Altre in "Libri"