Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Domenica 25 luglio 2021    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - Cinema e spettacoloStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

23 Giugno 2021
Raspelli e Vissani insieme per la sigla de L'Italia che mi piace
di Stefania Castella



Raspelli e Vissani insieme per la sigla de L'Italia che mi piace
Vissani e Raspelli ph Tagliaferri

Una produzione del paroliere ed autore tv Fabrizio Berlincioni. Il regista è Carlo Tagliaferri. La scuola di 20 anni di Melaverde. 

"Un suono di campane / in mezzo alla campagna

profumo di lasagna / e di polpette al sugo.

La voce della nonna / accarezzava l'aria

Quando diceva RAGAZZI È PRONTO / e correvamo a casa..."

 

Una quartina (sono sei in tutto) sussurrata, cantata in duetto sottovoce, così, quasi per non disturbare...Pochi versi ma subito emblematici: la nonna, i piatti di una volta (e di sempre), i ragazzi, i nipotini che interrompevano i loro giochi e correvano a casa, attirati dall'appetito ma anche dai profumi di una cucina casalinga e tutta italiana (non per caso il primo profumo è quella della lasagna).

Sono le prime parole de "L'ITALIA CHE MI PIACE", una canzone di Fabrizio Berlincioni e Max Rio scritta per un duo singolare: il giornalista e "cronista della gastronomia" Edoardo Raspelli e per uno dei più grandi chef italiani, Gianfranco Vissani.

L'inedita coppia della musica italiana ha cantato negli studi di Max Rio (in via di trasferimento da Abbiategrasso a Milano, in via Tibullo 6) la sigla del nuovo programma televisivo L'ITALIA CHE MI PIACE-IN VIAGGIO CON RASPELLI che si sta registrando e che andrà in onda su Canale Italia, Sky e su Canale Europa, multilingue, presente anche su piattaforma Amazon Fire, Rock e sui TV PLUS di Samsung(TV Smart, Smartphone e Tablet)... Tra l'altro Canale Europa, di Roberto Salvini, cura anche America Oggi che da trent'anni è il primo quotidiano in lingua italiana degli Stati Uniti.

 

Le 3T :"Terra Territorio Tradizione", uno slogan depositato tanti anni fa alla Camera di Commercio di Milano e che ogni tanto qualcuno rubacchia ad Edoardo Raspelli, il "cronista della gastronomia": la Terra che calpestiamo, che coltiviamo e che ogni tanto, sempre più spesso, distruggiamo, il Territorio(l'ambito geografico di quella data terra) e le Tradizioni che(se è lecito) per Pier Paolo Pasolini erano i dialetti e che per Edoardo Raspelli sono i piatti, le ricette, gli ingredienti di quelle date leccornìe per cui è famosa l'Italia.

E' un po'questo lo slogan de " L'ITALIA CHE MI PIACE-IN VIAGGIO CON RASPELLI". L'idea del nuovo programma è venuta all'autore televisivo e celebre paroliere Fabrizio Berlincioni (tra l'altro vincitore di due Festival di Sanremo; "Ti lascerò" e" Mi manchi" sono sue) ed alla società che ha fatto con Stefano Costa, la Numbers&Numbers di Piacenza. Il regista è Carlo Tagliaferri, autore tra l'altro anche delle riprese nello studio di registrazione musicale.

La trasmissione racconta le belle e buone cose della nostra cara Italia: i piccoli produttori artigianali, gli allevatori ed i coltivatori che mantengono il territorio, gli eroi che non hanno mai abbandonato la campagna e quelli che ai campi hanno fatto ritorno. Ci sono anche i gioielli, i prodotti targati con le bandiere dell'Europa, che sono anche i simboli enogastronomici del nostro Paese.

L'agile squadra de L'ITALIA CHE MI PIACE-IN VIAGGIO CON RASPELLI è già stata a Calvisano(Brescia) all'Agroittica(secondo produttore al mondo di caviale ,da 360.000 storioni da loro allevati) ed in provincia di Cuneo: tra Moretta Saluzzo e Peveragno per latti burri e formaggi di INALPI ed a Borgo San Dalmazzo(marrons glacès e canditi di AGRIMONTANA. Tappe successive il Trentino ,per la grappa di un piccolo ma grande Consorzio, e poi in Emilia Romagna per un grande allevatore di bovini e produttore di latte.

 

UN AMORE CHE NASCE CON MELAVERDE 

"E' un amore che si è sviluppato via via negli anni-dice Edoardo Raspelli- Da quando ho iniziato a collaborare e poi a condurre Melaverde, prima su Rete 4 poi su Canale 5, ho trasformato la mia passione, la mia gola, in un bellissimo lavoro. Grazie ai suggerimenti del produttore, Giacomo Tiraboschi, ho conosciuto molte importanti realtà agricole, soprattutto in montagna, che ho potuto raccontare anche con l'aiuto di autori come Fabrizio Berlincioni".

 

Edoardo Raspelli è affiancato sui set dalla tennista e modella Anita Fissore.








  Altre in "Cinema e spettacolo"