Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Venerdì 27 maggio 2022    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - SocietàFrancesco Pisani

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

06 Dicembre 2021
milano autoclassica 2021
di Francesco Pisani



milano autoclassica 2021
miautoc21

Forse l’unico salone che non ha saltato nemmeno l’edizione 2020, anno infausto per i saloni è il bell’evento Milano Autoclassica.

Si tratta di un format che possiamo definire peculiare dato che unisce la parte espositiva a quella del mercato della auto usate e da collezione. Ma anche delle aste e del mercato degli accessori di ogni tipo.

Andiamo con ordine.

Alcuni marchi per mezzo dei concessionari di riferimento hanno portato vetture meravigliose come Mclaren e Porsche. Sicuramente ciò che colpiva maggiormente era lo spazio dedicato a Lamborghini. Ed in particolare alla Countach. Erano presenti tutti i modelli di questa storica auto dalla prima serie fino alle sue ultime evoluzioni. Davvero un colpo d’occhio incredibile e mai visto prima.

Meraviglioso lo stand di Mclaren Milano dove facevano bella mostra gli ultimi gioielli della casa britannica.

Alpine ha portato diverse versioni della nuova A110. Un chicca per appassionati con un prezzo tutto sommato abbordabile visto che si aggira sui 60mila euro.

Porsche ha portato la nuova Taycan cross. Una vettura elettrica basata sulla taycan normale ma rialzata e più fruibile nell’uso quotidiano.

Una delle vetture che più attiravano gli sguardi è stata la rivisitazione della 037. Per la precisione si chiama EVO037 ed è prodotta da Kimera. Si tratta di una vettura di grandissimo fascino, prodotta solo su ordinazione e sulla specifica richiesta di ciascun cliente. Il costo è molto elevato ma l’effetto è di sicura riuscita. La vedete nella foto allegata a questo articolo.

Chiudiamo con la parte di questo evento dedicata alle aste di vetture anche mitiche come la Lancia Delta di Biasion.

Infine c’è una parte ampia dedicata a tutti gli accessori e i pezzi di ricambio che possono risolvere problemi nel restauro dei veicoli d’epoca.

Insomma questa manifestazione ci piace e si riconferma come un evento genuino e dedicato ai veri appassionati. Siamo felici che sia continuata anche lo scorso anno e speriamo che possa continuare a crescere nel tempo.

 








  Altre in "Società"