Rss di IlGiornaleWebScrivi a IlGiornaleWebFai di IlGiornaleWeb la tua home page
Venerdì 01 luglio 2022    redazione   newsletter   login
CERCA   In IlGiornaleWeb    In Google
IlGiornaleWeb

Cultura - LibriStefania Castella

CONDIVIDImyspacegooglediggtwitterdelicious invia ad un amicoversione per la stampa

24 Maggio 2022
Macerie. Greta e Marlon e la strage delle lucciole. La Milano del dopoguerra di Arosio e Maimone
di Stefania Castella



Macerie. Greta e Marlon e la strage delle lucciole. La Milano del dopoguerra di Arosio e Maimone
Macerie di Arosio e Maimone

E’ in libreria dal 23 maggio per Mursia editore “Macerie. Greta e Marlon e la strage delle lucciole” nato dal lavoro a quattro mani dei giornalisti Erica Arosio e Giorgio Maimone, coppia che firma romanzi di successo dal 2013. Il giallo racconta di una Milano del dopoguerra accendendo un faro sulla realtà dei bordelli dell’epoca, con tratti introspettivi e accurate descrizioni dal sapore neorealista raccontando una città post bombardamenti povera, ma in grande fermento.

Nella trama.

Milano, dicembre 1950. Viene uccisa una mondana. È la quinta, ma la polizia non se ne interessa. Non

valgono niente, sono solo “orinali in carne”: non possono andare in chiesa, non pagano le tasse, non

hanno diritti, non votano, non meritano indagini. Ancora di più se si tratta di ex operaie, che hanno

scelto il mestiere per fame. Chi c’è dietro questi omicidi? Spetterà a Marlon e Greta scoprirlo, spezzando

la rete di omertà che il potere stringe attorno al caso. Intanto alla Scala fervono i preparativi per il debutto dell’Otello. È l’ultima stagione in cui la Prima è a Santo Stefano. Dall’anno successivo, il 1951, sarà,

come oggi, a Sant’Ambrogio.

Macerie come le ferite della guerra che ancora deturpano Milano: le case crollate, i villaggi per gli

sfollati, la migrazione dal Sud, la miseria delle periferie e, per converso, in centro, una città che ha fretta,

che vuole crescere, una città che si libera del vecchio per costruire il nuovo, una città dove gli abitanti

dei quartieri alti non si mischiano coi proletari. A meno che questo non avvenga nei bordelli.

“Macerie” è un prequel che si situa nel momento preciso in cui Greta, avvocato fresca di laurea, incontra Marlon, ex pugile, ex partigiano e inizia con lui un rapporto che durerà per molti anni. Anche se in ruoli secondari, fanno capolino qui tutti i personaggi che animeranno la serie nei capitoli successivi. “Non sta nevicando su un uomo, nevica sui frammenti di un uomo. Un sasso qua, un cuore là, un po’ di freddo in più, un piede, una mano, delle spalle capienti, ma non per reggere tutto il dolore. Macerie, solo macerie.”

Erica Arosio e Giorgio Maimone, ambedue giornalisti, scrivono a quattro mani dal 2013. Innamorati

di Milano e della sua bellezza discreta, assieme hanno pubblicato una serie di gialli ambientati negli

anni ’50-60, iscrivendosi tra i cantori più appassionati della città: Vertigine (Baldini & Castoldi), Non mi

dire chi sei, Cinemascope, Autarchia e Juke-box (Tea). Di un’escursione fuori porta fanno parte i gialli

Frilli Delitti all’ombra dell’ultimo sole (2020) e La lista di Adele (2021). Erica Arosio da sola ha scritto

L’uomo sbagliato (La Tartaruga, 2012). Giorgio Maimone nel 2019 firma con Luca Pollini Oggetti smarriti (Morellini) e i romanzi brevi Marlon e il calendario dell’avvento nell’antologia Quattro volte Natale

 

(Todaro 2020) e Il cadavere fantasma in Odio l’estate (2021).








  Altre in "Libri"